011 588.97.71
info@delpho.it

Il Blog degli amministratori

24 Mag 2015

IL SOLLECITO (PARTE PRIMA)

Tutti sanno, nel mondo delpho ma anche e soprattutto nel  mio mondo ultra decennale dell’amministrazione,  di quanto sia vera l’equivalenza

ALDO = SOLLECITO

Sì,  il sollecito SALVA la vita o quasi…. divertente ma, sotto alcuni aspetti, vero.

Intanto l’utilità del sollecito è chiara solo alle persone che, come me, ne fanno un uso arrivando a sfiorare,  ma non entrare, nell’abuso.

A cosa serve in parole povere?

1 a far pagare chi, per un motivo o per un altro, non ha pagato nei tempi disposti dall’assemblea

2 a far vivere l’amministratore, sì vivere nel senso che l’amministratore deve essere pagato e non sottopagato e se lavora va pagato ed il fare solleciti è un lavoro non da poco, specialmente se non si usa un programma gestionale (ma di questo ne parleremo un’altra volta)

3 a permettere il pagamento dei fornitori e dei servizi al condominio, sì il non avere i fondi potrebbe portare a non pagare persone che hanno lavorato o stanno lavorando per il condominio

E tanti altri motivi….

Perché alcuni NON li fanno?

1. Alcuni pensano sia inutili

2. Per taluni sono dannosi

3. Perché non si ha il tempo

E per tanti altri NON corretti motivi, a mio avviso

 

Alcuni studi, il mio di certo, si basano sul sollecito per sopravvivere anzi anche per vivere….

Come farli, quando farmi e quanto farsi pagare?

Sul come, ci sono facsimili su internet e poi ognuno lo personalizza sia nell’estetica che nel contenuto il succo però è questo:

Se è il primo, deve essere Soft anche perché accade (ed accadrà) che mentre voi fate il sollecito il condomino vi abbia effettuato già il pagamento della rata, ma non è ancora visualizzabile on line sull’estratto c/c

Il secondo invece più determinato anche alla luce del fatto che una cosa è certa, non ha pagato perlomeno entro la prima scadenza. Il sollecito (il secondo) generalmente si manda dopo 10 giorni o 15 giorni e se rimarrà senza riscontro alcuno (a noi interessa il riscontro contabile) allora a questo seguirà il passaggio della morosità al legale. Alcuni studi, il mio spesso ma non sempre, dopo un secondo ne manda un terzo per dare, in extremis, l’ultima opportunità al moroso di non vedersi la lettera dello studio legale ma di vedersi, nuovamente, quella dello studio dell’amministratore.

Tutto questo, ovviamente, viene mandato nei tempi approvati dall’assemblea, infatti durante la voce approvazione preventivo anno x , relativo riparto e rate quando si discute nel numero delle rate si parla anche , e si delibera, entro quanto tempo vanno pagate e da che data partiranno i solleciti. Occorre tener presente che i regolamenti condominiali possono…..

…… VEDERE PARTE II

Lascia un risposta